Bingo online: scopriamo tutti i segreti per giocare e vincere

Tra gli innumerevoli giochi da casinò che vengono proposti su tutte le piattaforme presenti sul web troviamo anche il bingo online, uno di quelli che ha riscosso maggior successo pur non rientrando nel novero dei giochi tradizionali, ovvero blackjack, roulette e poker.

Bisogna sottolineare come i siti di bingo online approvati e sicuri siano numerosi e abbiano un aspetto in comune, ovvero la presenza, ben visibile, della certificazione AAMS, a tutela dei giocatori, che rende affidabili, trasparenti e sicuri i singoli portali d’azzardo.

Iniziare a giocare a bingo online

Il bingo è probabilmente uno dei giochi più apprezzati e conosciuti al mondo e ha cominciato a diffondersi anche sul web.

La variante più comune di bingo è quella che prevede di giocare con una o diverse cartelle numerate. Nella maggior parte dei casi vengono suddivise in tre righe, di cui ciascuna può contare su nove caselle, ma con la presenza di soli cinque numeri.

Il compito del banditore è quello di provvedere all’estrazione, in via del tutto casuale ovviamente, di un numero alla volta. Vince chi ha tutta la sequenza di numeri su una medesima riga, oppure riesce a trovare tutti i 15 numeri della sua cartella.

È altrettanto vero, però, come alcune regole del bingo italiano siano differenti rispetto a quelle di altri Paesi, come ad esempio gli Stati Uniti o, ancora, la Gran Bretagna.

La nascita del bingo

Probabilmente in pochi appassionati conoscono la vera storia del bingo: questo gioco è nato proprio sul territorio italiano. Bisogna tornare indietro addirittura al 1530 per risalire alla prima volta in cui venne giocato il bingo: in quel caso era rappresentato da una specie di lotteria che veniva chiamata “Il gioco del lotto d’Italia”.

Da quel momento in avanti, il bingo ebbe una notevole diffusione sul vicino territorio francese: qui venne modificato con l’aggiunta di altre regole, come ad esempio il fatto di estrarre dei numeri a chiamata.

Nel ventesimo secolo, poi, il bingo è diventato addirittura un gioco educativo. Succede tutto in Germania, dove i professori lo sfruttavano per far imparare ai bambini non solo i nomi degli animali, ma anche le tabelline.

Curioso, vero? E sempre nei primi anni del Novecento, il bingo fece il suo esordio anche oltre oceano, visto che arrivò fino negli Usa, dove Hugh J. Ward se ne appassionò al punto tale da scrivere un libro in cui vennero codificate tutte le regole più importanti.

Non ci sono particolari strategie

Per vincere al bingo la componente fortuna è fondamentale, ma esistono comunque alcuni piccoli accorgimenti che possono tornare decisamente utili per massimizzare le opportunità di vincere.

In diversi giochi da casinò, capita che maggiore è il numero dei giocatori da affrontare e più si alza l’importo della vincita. Nel bingo, invece, questa regola non vale: visto che la somma che si può vincere rimane sempre la stessa, lo scopo di ogni giocatore dovrebbe essere quello di prendere parte ad una partita con il numero di avversari più basso possibile, in maniera tale da incrementare le probabilità di vincere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *