Scommesse online sullo sport, come si fa a battere il bookmaker?

Piazzare le scommesse sportive online, con un PC, con il tablet o con uno smartphone, è un’operazione che ormai è molto semplice. Pur tuttavia, vincere con regolarità con il betting non è così semplice specie se le scommesse sugli eventi sportivi vengono piazzate senza adottare un metodo di gioco che sia in grado di preservare nel tempo l’integrità del capitale iniziale a disposizione. In altre parole, come si fa alla lunga a battere il bookmaker?

Chi ha già piazzato qualche scommessa su calcio e su altri sport si è reso subito conto che quella tra lo scommettitore e l’operatore si presenta in tutto e per tutto come una sfida infinita in quanto, nella maggioranza dei casi, a volte vince l’uno, ed a volte l’altro. Nello stesso tempo il bookmaker, per rendere l’offerta di scommesse appetibile, deve potenzialmente agevolare la vincita con quote allettanti e magari con bonus, con agevolazioni e con promozioni che permettano di minimizzare periodicamente la spesa.

Se il bookmaker si trovasse a pagare come vincenti tutte le scommesse piazzate dai titolari dei conti di gioco, allora è chiaro che chiuderebbe i battenti nel giro di pochi giorni. Questo significa che l’operatore di scommesse da un lato deve offrire al cliente le migliori opportunità di betting possibili, e dall’altro è chiamato a proteggere la propria attività adottando dei sistemi di previsione tali che si eviti che alla lunga a saltare sia il banco.

Ne consegue che è praticamente impossibile andare a bucare i sistemi di difesa dei migliori bookmakers, ma ciò non esclude che uno scommettitore nel tempo non possa ottenere con il betting un guadagno che è dato dalla differenza tra le vincite ottenute e l’ammontare della posta complessivamente puntata. A vantaggio degli scommettitori si ricorda che, anche in ragione delle probabilità, è più facile vincere con le scommesse in singola rispetto a quelle con la selezione di due o più eventi, ovverosia in multipla.

Inoltre, aprendo un conto di gioco con un primario operatore di scommesse (Prova Betwinner  Italia) occorre tenere bene a mente che la quota proposta, che altro non è che l’inverso della probabilità, è quella che deve guidare la scelta delle giocate. Ad esempio, le probabilità di vincita su un evento bancato a 1,50 sono sempre più alte rispetto ad esempio al risultato di una partita che, invece, è bancato a 3, ovverosia a tre volte la posta che è stata puntata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *